STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE "ITAL-UIL POLONIA"

CAPITOLO I

DISPOSIZIONI GENERALI

§1

L'Associazione ha come nome: : " ITAL-UIL Polonia ", nelle seguenti disposizioni dello Statuto verra' denominata come Associazione.

§2

L'Associazione e' un insieme di persone fisiche, unite per la realizzazione.e la promozione degli obiettivi della stessa esistenza dell'Associazione nella Repubblica di Polonia,in qualita' di organizzazione senza scopo di lucro.

§3

La Sede legale dell'Associazione e' nella citta' di Wejherowo.

§4

L'Associazione viene costituita per un periodo illimitato.Ha personalita' giuridica. Funziona in base alle disposizioni della legge del 07 Aprile 1989. Legge sulle Associazioni (Gazzetta Ufficiale .del 2001 Nr 79,dopo modifica posizione .855 ) del presente statuto.

§5

L'Associazione ha diritto all'utilizzo di timbri e marcature in conformita' alle normative vigenti.

§6

L'Associazione puo' appartenere ad altre organizzazioni Nazionali e Internazionali aventi simili obiettivi.

§7

Qualora sia necessario per il conseguimento degli obiettivi statutari, l'Associazione potra' operare anche al di fuori della Nazione, in conformita' con l'ordine giuridico applicabile.

§8

L'attivita' dell'Associazione si basa principalmente sul lavoro sociale dei suoi membri. Per condurre i suoi lavori l'Associazione puo' assumere personale e firmare contratti di diritto civile.

CAPITOLO II

OBIETTIVI E METODI DI ATTUAZIONE

§9

L'Associazione opera per :

  1. proteggere i diritti degli individui nella Repubblica polacca nella loro vita sociale,politica,.culturale ed economica
  2. aiutare le persone a raggiungere i loro diritti.
  3. l'integrazione europea e lo sviluppo di contatti e la cooperazione tra i popoli.

l'azione dell'Associazione e' diretta in particolare verso i cittadini di nazionalita' italiana o altre persone in qualsiasi modo collegate alla Repubblica italiana e suoi simpatizzanti.

§10

L'Associazione raggiunge i propri obiettivi:

  1. collaborando con le comunita',le Istituzioni,i governi nazionali, e le organizzazioni internazionali (consolati,ambasciate) interessati anch'essi a risolvere i problemi dei cittadini polacchi e di quelli stranieri.
  2. svolgendo un centro di informazione per i polacchi e gli italiani che vivono nel Paese o all'estero.
  3. facendo consulenza e rappresentanza in materia di tutti i tipi di prestazioni erogate da parte delle autorita' di Governo,in particolare l'INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) dagli Istituti di assicurazione sociale e centri di assistenza e aiuto sociale.
  4. aiutando i cittadini nella compilazione e la presentazione delle domande e di altri documenti relativi ad eventuali benefici concessi con qualsiasi Istituzione italiana o polacca, consulenza sulle stime della quantita' delle prestazioni, la verifica delle prestazioni, consultazioni su temi di accesso a tutti per vantaggi di natura sociale, l'assistenza sociale, protezione della salute, i fondi pensione,sulla situazione economica di soggetti unici e nuclei famigliari e altro ancora.
  5. assistendo i cittadini nella compilazione e la presentazione delle domande e di altri documenti relativi al diritto di soggiorno, di residenza, di cittadinanza, di lavoro, maternita', invalidita' e altro.
  6. mediando e assistendo i cittadini nei rapporti con le agenzie, organi amministrativi statali e locali e altre istituzioni pubbliche e private.
  7. promuovendo lo scambio di informazioni e competenze sulle questioni legate ai fenomeni di immigrazione ed emigrazione.

CAPITOLO III

SOCI - DIRITTI E DOVERI

§11

I membri dell'Associazione possono essere persone fisiche e giuridiche. Persona giuridica puo' essere solo un socio sostenitore dall'Associazione.Członkami

§12

L'Associazione e' formata da membri dei seguenti gruppi.

  1. Membri ordinari
  2. Membri sostenitori
  3. Membri onorari

§13

  1. Membro ordinario dell'Associazione puo' essere una persona fisica, cittadino polacco o straniero detentore dello stato di residente permanente nella Repubblica di Polonia ( ai sensi dell'art. 4 della legge del 7 Aprile 1989 ), con piena capacita' giuridica e non privata dei diritti civili, capace di dare un impegno di collaborazione per il raggiungimento degli obiettivi dell'Associazione in conformita' con la legge e lo statuto.
  2. Membro ordinario si diventa mediante dichiarazione scritta, ai sensi della risoluzione del Consiglio dell'Associazione.

§14

  1. Membro sostenitore dell'Associazione puo' essere una persona fisica o giuridica che dichiara un aiuto finanziario, in natura o di merito, nel raggiungimento degli obiettivi dell'Associazione.
  2. Membro sostenitore si diventa mediante dichiarazione scritta, in virtu' di una delibera del Consiglio.

§15

  1. Membro onorario dell'Associazione puo' essere una persona fisica che ha dato un contributo eccezionale per le attivita' e lo sviluppo dell'Associazione stessa.
  2. Membro onorario e' nominato dal Consiglio, su richiesta di tutti i membri dell'Associazione.

§16

I membri ordinari hanno diritto di:

  1. partecipazione attiva e passiva alle elezioni dell'Associazione.
  2. uso di conquiste, di ricchezza e di tutte le attivita' dell'Associazione.
  3. ,
  4. partecipazione a incontri, conferenze ed eventi organizzati dall'Associazione.
  5. presentare proposte per le attivita' dell'Associazione.

§17

I soci ordinari sono tenuti a:

  1. partecipare alle attivita' dell'Associazione e dei suoi obiettivi.
  2. rispettare lo statuto e le delibere dell'Associazione
  3. il regolare pagamento dei contributi

§18

  1. I membri sostenitori e onorari non hanno il diritto attivo e passivo e non detengono il diritto di voto, ma possono partecipare, prendendo voce, ai lavori statutari dell';Associazione, oltre cio' posseggono tutti gli altri diritti dei soci ordinari.
  2. Membri sostenitori hanno l'obbligo di eseguire i servizi dichiarati, rispettare lo statuto e le delibere dell'Associazione
  3. I membri onorari sono esenti da quote associative.

§19

I- La perdita di associato si verifica a causa di:

  1. rinuncia scritta presentata al Consiglio d'Amministrazion dell'Associazione.
  2. esclusione da parte del Consiglio dell'Associazione
    1. a causa della violazione dello statuto ed il mancato rispetto delle delibere dell'Associazione
    2. a causa della evidente mancanza di partecipazione ai lavori dell'Associazione.
    3. a causa del mancato pagamento dei premi per un periodo di un anno.
  3. la perdita dei diritti civili in virtu' di una sentenza definitiva.
  4. la morte del socio con la conseguente perdita della personalita' giuridica.

II-.Ricorso c/o il Consiglio per la perdita della qualita' di socio puo' presentarsi all'Assemblea generale entro 14gg. dal ricevimento della notifica. Il ricorso verra' esaminato in occasione della successiva riunione assembleare dei soci che approvera' in via definitiva la decisione o la annullera' dando ragione al ricorrente.

CAPITOLO IV

AUTORITA' DELL'ASSOCIAZIONE

§20

Le autorita' dell'Associazione sono:

  1. L'assemblea dei soci,
  2. Il consiglio,
  3. La commissione di revisione.

§21

  1. Il mandato di tutte le autorita' scelte dal Consiglio e' stabilita in anni cinque. Si viene eletti dopo voto palese a maggioranza semplice.
  2. Il socio eletto dal Consiglio.dell'Associazione puo' servire la stessa funzione per un numero illimitati di mandati.
  3. Tutte le autorita' dell'Associazione vengono scelte a maggioranza semplice dei voti alla presenza di almeno la meta' dei membri aventi diritto al voto, salvo ulteriori disposizioni della legge che disponga diversamente.
  4. L'assemblea Generale dei soci e' l'autorita' suprema dell'Associazione.All'assemblea dei soci si partecipa:
    1. con la voce - soci ordinari
    2. con la voce ma a titolo consultivo - soci sostenitorie e solo se invitati per i soci onorari

§22

  1. L'assemblea generale dei soci: puo' essere ordinaria o straordinaria
  2. L'Assemblea Generale dei soci ordinaria viene convocata dal Consiglio una volta l'anno, come da reporting ed ogni cinque anni come reporting e elezioni informando i membri circa la data, il luogo e la proposta di ordine del giorno almeno 14gg. prima della data dell'Assemblea Generale dei soci.
  3. L'Assemblea Generale dei soci straordinaria puo' essere convocata in qualsiasi momento. E' convocata dal Consiglio di propria inizitiva, su richiesta del Comitato per il Controllo o per via di una richiesta scritta di almeno 1/3 del numero totale dei soci ordinari dell'Associazione. Dovrebbe essere convocata entro la fine di 21gg. dalla data di deposito della domanda o richiesta e deliberare su questioni per le quali e' stata convocata.
  4. Le risoluzioni dell'Assemblea Generale prese a maggioranza assoluta dei voti si effettuano alla presenza di almeno la meta' del numero totale dei membri. La votazione e' aperta.
  5. Le competenze dell'Assemblea Generale dei soci comprendono:
    1. identificare le principali tendenze e lo sviluppo dell'Associazione
    2. l'adozione di modifiche allo statutoi
    3. l'elezione del Presidente dell'Associazione,del Consiglio, del Comitato di Controllo
    4. concedere il discarico al Consiglio di amministrazione su richiesta del Comitato di Controllo
    5. considerare le relazioni di verifica sulle attivita' del Consiglio e del Comitato di Controllo
    6. ratificare l'adozione del regolamento del Consiglio
    7. ratificare il bilancio
    8. decidere le quantita'delle quote associative e di tutti gli altri pagamennti per l'Associazione
    9. scelta e recesso di tutte le autorita' dell'Associazione.
    10. esaminare e approva le relazioni dell'Associazione.
    11. prendere in considerazione ricorsi contro le deliberazioni del Consiglio
    12. decidere la risoluzione di sciogliere l'Associazione e la ripartizione degli attivi
    13. deliberare su qualsiasi questione portata in discussione, in tutte le materie non riservate ad altre autorita' dell'Associazione
    14. trattare le richieste e le preoccupazioni espresse dai membri dell'Associazione o dalle sue autorita'.

§23

  1. Il Consiglio di Amministrazione e' nominato per gestire tutta l'attivita' dell'Associazione in conformita' con le risoluzioni dell'Assemblea Generale che rappresentano l'Asoociazione all'esterno ed e' autorizzato al recupero degli obblighi finanziari patrimoniali.
  2. Il Consiglio di Amministrazione e' composto dal Presidente e Vice-Presidente. Per rappresentare l'Associazione ed avere l'autorizzazione al recupero degli obblighi finanziari verso i soci e' necessaria l'autorizzazione individuale di ciascuno di essi.
  3. Le riunioni del Consiglio di Amministrazione si tengono se necessarie. La riunione del Consiglio e' convocata dal Presidente.
  4. Le competenze del Consiglio sono:
    1. realizzazione degli obiettivi dell'Associazione.
    2. attuare le risoluzioni dell'Assemblea Generale
    3. preparazione di piani di lavoro e bilanci
    4. gestione del patrimonio dell'Associazione
    5. adottare risoluzioni per l'acquisizione, cessione o ingombro dell'attivita' dell'Associazione.
    6. rappresentare l'Associazione all'esterno.
    7. convocare l'Assemblea dei soci
    8. ricezione e cancellazione dei soci
  5. I soci del Consiglio possono esercitare le loro funzioni a titolo gratuito, cosi' come sulla base di un contratto di lavoro o di un contratto di diritto civile.Per effettuare un contratto con un membro del Consiglio di amministrazione si deve avere la delega dell'Assemblea Generale.

§24

  1. Il Comitato di Controllo e' nominato per esercitare un controllo sulle attivita' dell'Associazione
  2. Il Comitato di Controllo si compone di tre membri, compreso il Presidente.
  3. Le competenze del Comitato di Controllo includono:
    1. monitoraggio delle attivita' complessive dell'Associazione
    2. valutazione del Consiglio, comprese le relazioni annuali e il bilancio
    3. riferire all'Assemblea dei soci unitamente a una valutazione dell'Associazione e del Consiglio
    4. richiedere l'Assemblea Generale dei membri del Consiglio di scarico
    5. per richiedere un appello del Consiglio in caso di inattivita'
    6. la richiesta di convocare l'Assemblea Straordinaria dei soci.

§25

Nel caso di riduzione della composizione dei membri durante la sua cadenza temporale la composizione dei soci puo' essere ottenuta mediante co-opzione,con il restante dei soci. In questo modo,i restanti suppliranno alla riduzione.In questo caso non si puo' nominare con piu' dalla meta' dei membri dell'associazione.

CAPITOLO V

PROPRIETA' E FONDI

§26

  1. Le proprieta' e fondi dell'Associazione possono essere cosi' formate:
    1. dalle quote associative
    2. da donazioni e lasciti
    3. da donazioni e generosita' pubbliche
    4. sovvenzioni e altre forme di finanziamento esterno,
    5. dal reddito delle proprie attivita' statutarie.
  2. Tutti i fondi possono essere conservati solo nel conto dell'Associazione
  3. L'Associazione gestisce le sue finanze in conformita' alle normative vigenti.
  4. Le decisioni circa l'acquisto, la vendita e ingombranti le attivita' dell'Associazione sono decise dal Consiglio.
  5. Per stipulare contratti, concedendo la procura e la presentazione di altre dichiarazioni di volonta', in particolare, in materia di proprieta' e' richiesta la firma di un membro del Consiglio di Amministrazione.
  6. L'Associazione non puo' concedere prestiti ne' garantire obblighi delle proprie attivita' in relazione ai propri soci, dipendenti o persone con cui si sposano i membri dell'organizzazione o dei dipendenti, in coabitazione o parentela o affinita' in linea laterale per secondo grado, o sono legati per adozione, affidamento, tutela, di seguito denominato "parenti".
  7. L'Associazione non puo' trasferire le attivita' ai propri soci, membri o dipendenti e ai loro familiari in modo diverso in relazione a terzi, in particolare se il trasferimento e' gratuito o a condizioni preferenziali.
  8. Lo sfruttamento dei capitali a favore dei soci, membri o dipendenti e ai loro familiari in modo diverso in relazione a terze parti e' vietato, a meno che l'utilizzo e' conseguenza diretta dello statuto.
  9. L'Associazione non puo' acquistare beni o servizi da parte di enti in cui i membri dell'organizzazione, dei membri dei suoi organi o dipendenti e ai loro cari, in un modo diverso da quello in relazione a terzi a prezzi superiori al mercato.

CAPITOLO VI

DISPOSIZIONI FINALI

§27

  1. Le decisioni sulla modifica dello statuto e lo scioglimento dell'Associazione viene adottata dall'Assemblea Generale con una maggioranza qualificata dei 2/3 voti di almeno la meta' degli aventi diritto al voto.
  2. Le decisioni di sciogliere l'Associazione, l'Assemblea Generale dei soci determina il modo per la liquidazione delle attivita' e lo scopo dell'Associazione.
  3. Quello non previsto dal presente statuto viene regolato dalle disposizioni applicabili dalla legge sulle Associazioni.